Come fare il liquore al caffè: ricetta e suggerimenti

Il liquore al caffè è una bevanda semplice da preparare a casa. Bastano pochi ingredienti e pochi passaggi per raggiungere un ottimo risultato che lascerà a bocca aperta i vostri ospiti. Soprattutto dopo un pasto abbondante, con molte portate, il liquore al caffè è il digestivo che fa per voi! Inoltre, visto che l’estate si sta avvicinando, potete pensare di utilizzarlo per preparare i vostri dolci o per aggiungere un tocco di nota alcolica ai vostri gelati e semifreddi.

I tempi di attesa per un ottimo liquore al caffè

Ve lo diciamo adesso, così da risparmiarvi la fatica di leggere tutto l’articolo e poi trovare l’infausta sorpresa: per servire il vostro liquore al caffè dovrete aspettare almeno 14 giorni, quindi se volete farlo per un’occasione ravvicinata tenete conto di questa informazione molto preziosa. Questo periodo di due settimane è infatti necessario per permettere al composto di riposare ed essere servito al meglio del suo gusto: non garantiamo altrimenti una buona riuscita e sconsigliamo esperimenti in tal senso.

Gli ingredienti: le dosi per 500 ml di liquore

Per preparare la nostra versione del liquore al caffè avrai bisogno di pochissimi ingredienti e nello specifico: il caffè, meglio se in moka, lo zucchero e infine l’alcol puro a 95 gradi. In aggiunta ai tre ingredienti essenziali previsti nella ricetta base, potete utilizzare la vaniglia o altri aromi (avete davvero l’imbarazzo della scelta) per rendere la ricetta ancora più godibile e personalizzata. Le quantità dà utilizzare per 500 grammi di prodotto sono le seguenti: 230 grammi di caffè della moka, 230 grammi di zucchero e 120 grammi di alcol puro a 95 gradi. Ovviamente si può rendere più o meno alcolico il vostro liquore aggiungendo o diminuendo le dosi di alcol, stessa cosa con lo zucchero per quanto riguarda la dolcezza del liquore. In generale vi consigliamo di non discostarvi troppo dalle dosi che abbiamo appena indicato, con le dovute proporzioni.

La ricetta dell’esperto

Di seguito ti indicheremo il procedimento che devi seguire per ottenere il tuo liquore al caffè! Prima di tutto preparate il caffè con la moka fino a raggiungere la quantità desiderata e versatelo in un pentolino idoneo a contenerla. Aggiungete poi lo zucchero e, a fuoco lento, mescolatelo utilizzando un cucchiaio di legno, fino a che il composto non sarà omogeneo e lo zucchero totalmente mescolato. Fate raffreddare e aggiungete l’alcol, poi mescolate bene. Filtrate il liquore e versatelo nelle bottiglie (fate che siano pulite e inodori), poi chiudete per bene per evitare che entri aria: questa potrebbe rovinare il composto e non vogliamo che succeda. Fate riposare il contenuto per due settimane prima di servirlo (ve l’avevamo detto, non fate quella faccia sorpresa!). Il periodo di conservazione può raggiungere i 3 mesi: vi consigliamo il frigo o il freezer o, almeno, un luogo fresco.

Cosa aggiungere al liquore al caffè: consigli di gusto

La ricetta base è pronta, ormai sapete come farla alla perfezione, ora vi diamo qualche consiglio per aggiungere un tocco di gusto. Potete rendere più aromatico il vostro liquore al caffè aggiungendo al composto di zucchero e caffè, in fase di preparazione, una stecca di vaniglia, da togliere appena prima di versare l’alcol. Un’altra idea, ancora più golosa, può essere quello di sciogliere nel caffè caldo il cioccolato fondente e poi proseguire come da istruzioni precedenti. Cosa aspettate? Andate a preparare il vostro liquore al caffè fatto in casa!

Saremo felici di sapere che cosa ne pensi

Leave a reply