Come preparare un perfetto caffè con la moka

Cosa c’è di meglio di un caffè della moka? A colazione, nella pausa di lavoro, dopo pranzo: è sempre il momento per gustare un ottimo caffè direttamente dalla macchinetta. Che sia in compagnia o per ritagliarsi uno spazio per sé, questo momento consiste in una tradizione sacra e inviolabile per milioni e milioni di italiani. Ecco perché non ci si può permettere in alcun modo di bere e preparare un caffè di cattivo gusto. In questo articolo ti daremo qualche consiglio, semplice ma essenziale, per preparare un caffè con la moka di alto livello: consulta il nostro articolo e non avrai più nessun problema.

Cosa succede nella moka quando si prepara il caffè

Cosa avviene, nel concreto, quando prepariamo il caffè con la moka? Prima di tutto il calore prodotto dalla fiamma va a scaldare l’acqua tramite la superficie della base della moka, questo provoca un aumento di pressione dell’acqua che spinge il vapore verso l’alto. Nel movimento verso l’alto il vapore porta con sé il caffè macinato che, di conseguenza, sgorgherà nella parte superiore della moka fino a riempirla nella sua quasi totalità.

Le giuste proporzioni tra macinato di caffè e acqua

Se il meccanismo risulta essere abbastanza semplice e intuitivo e di immediata comprensione, non è scontato preparare un ottimo caffè. In modo particolare, non è scontato accontentare i fini palati italici, viziati da tradizioni centenarie tramandate di madre in figlio. E allora: come preparare un ottimo caffè? Partiamo col primo consiglio: non abusate del macinato, siate equilibrati nelle proporzioni e niente montagnette di caffè! Si dice che la proporzione perfetta tra acqua e caffè macinato sia di 1 grammo di macinato ogni 10 decilitri di acqua. Pesate la prima volta, al massimo la seconda e poi andrete sempre ad occhio senza problemi.

La giusta dose di acqua da mettere nella moka

Un altro consiglio di fondamentale importanza è relativo all’acqua che viene impiegata nel fare il caffè. Quanta acqua va messa nella moka, e a quale temperatura? Prima di tutto l’acqua per il caffè deve essere a temperatura ambiente. Dobbiamo raccomandarti questa accortezza in quanto una temperatura troppo elevata dell’acqua renderebbe il caffè troppo amaro e ne comprometterebbe il gusto. Per un ottimo caffè evitate di far entrare a contatto l’acqua troppo calda col macinato. Per quanto riguarda invece la quantità ci viene in aiuto la valvola della macchinetta del caffè. Infatti la giusta dose di acqua da mettere nella moka di caffè è quella che la riempie fin sotto la valvola, senza però che ci sia il contatto.

L’estrazione del caffè dalla moka: altri consigli

Gli ultimi accorgimenti per la preparazione del caffè italiano hanno notevole importanza: un ultimo sforzo e saprai tutti i segreti per non sbagliare. Partiamo dalla fiamma, la moka deve essere scaldata a fuoco medio e non alto: l’estrazione del caffè viene rovinata in caso di fiamma alta e non ve lo consigliamo. Infine due consigli da professionisti, in fase di estrazione la moka va tenuta col coperchio alzato per evitare che la camera della macchinetta del caffè si surriscaldi rovinando la fase finale e il risultato del processo. Per ultimo, una volta finita l’estrazione e spenta la fiamma, vi consigliamo di girare il caffè nella moka col cucchiaino: questa operazione miscela il caffè e lo rende omogeneo, quindi più gradevole.

Ora che hai studiato per bene i nostri consigli, mettiti alla prova e stupisci i tuoi amici con un caffè italiano rispettoso della tradizione e dal gusto inconfondibile.

Saremo felici di sapere che cosa ne pensi

Leave a reply