Distributore automatico: consigli per scegliere al meglio

Perché un distributore automatico non passa mai di moda

Chi non ama concedersi 5 minuti di riposo, magari sorseggiando una buona bevanda calda, oppure mangiando qualcosa di sfizioso, cogliendo anche l’occasione di scambiare due parole?

Oggi il distributore automatico è da considerarsi un elemento imprescindibile in numerose realtà lavorative, e ci sono delle motivazioni interessanti alla base della scelta di installarli con sempre maggior frequenza.

Prima di tutto non si riferisce ad una precisa categoria di consumatori, in quanto chiunque può avere il desiderio di volersi gustare una bevanda calda o fredda a seconda della stagione; l’unica cosa che può contare è il possedere un distributore che sappia venire incontro a più gusti possibili, questo sia nel caso di un distributore automatico di bevande fredde, sia nel caso di un distributore automatico di bevande calde.

Un altro aspetto da non porre in secondo piano è soprattutto il lato sociale che si nasconde dietro quello che sembra un semplice distributore, in quanto, soprattutto negli uffici, risulta essere un momento importante di pausa ed aggregazione, dove poter scambiare due chiacchiere tra dipendenti e capi, diventando anche un mezzo che annulla le distinzioni tra lavoratori.

Oltre a questo va anche detto che un distributore di bevande si adatta bene a numerosi contesti lavorativi, quindi non è limitato a determinati ambiti; si può vedere in qualunque tipo di ufficio, soprattutto negli ospedali, ma anche nelle scuole… non mancano nemmeno delle aree apposite, i cosiddetti negozi automatici, nei quali si possono trovare, oltre ai distributori di bevande, anche distributori di merendine e snack, ma anche di gelati (soprattutto a ridosso dei mesi più caldi).

Oggi questi distributori risultano essere sempre più al passo con i tempi, tant’è che è notizia proprio di pochi giorni fa della creazione di un innovativo sistema di pagamento che potrebbe permetterci di pagare connettendoci direttamente con una semplice app per smartphone.

Differenze tra distributori di bevande calde e fredde

È facile notare come ci sia una distinzione tra i distributori, in quanto le bevande calde e fredde necessitano di due differenti tipologie di macchine; vediamo in breve cosa differenzia i seguenti modelli.

La principale differenza tra le due tipologie di distributori sta proprio nella modalità di funzionamento, in quanto il distributore di una bevanda calda deve preparare la bevanda stessa miscelando il prodotto con dell’acqua che deve essere scaldata in tempi molto rapidi, oltre provvedere in contemporanea all’erogazione di un bicchiere, di una palettina e di un quantitativo di zucchero che deve essere somministrato in base al livello prescelto dal consumatore. Nel caso di una bevanda fredda si tratta più che altro di erogare un prodotto già pronto e confezionato, ed è quindi necessario far si che il distributore riesca a mantenere la corretta temperatura di conservazione della lattina o del brick stesso, per poi somministrarla quando richiesto.

Andrà quindi fatta una distinzione tra tempistiche di conservazione, che risultano diverse tra i due modelli in quanto, per le bevande fredde, importante sarà la data di scadenza riportata sulla lattina, oltre al corretto mantenimento di una temperatura refrigerante (ecco perché è sempre importante scegliere un modello che rientra in classe energetiche elevate come la A o la A+), mentre nel caso del distributore di bevande calde molta importanza avrà la conservazione delle miscele a determinate temperature e livelli di umidità.

Consigli per una scelta ottimale di distributore

Una cosa da valutare sicuramente è il luogo di lavoro nel quale si vuole installare il distributore. La dimensione del distributore di bevande va più che altro a distinguersi non tanto come grandezza fisica, quanto come capacità di erogare un certo numero di bevande.

Ad esempio una piccola ditta con un numero di dipendenti che non superi le dieci unità non avrà necessità di chissà quale modello, e si potrà considerare un modello che va sulle 4-500 erogazioni mensili.

Nel caso di una ditta più grande, il contesto richiede sicuramente un distributore molto più performante, che garantisca dai 1000 alle 2000 consumazioni possibili di bevande al mese; valutate, quindi, sempre quando è grande la realtà nella quale vi trovate a lavorare, e il numero di clienti che possono farvi visita e che, anche per passare qualche minuto di attesa, possono ben pensare di sorseggiare una buona bevanda. Se la realtà in cui vi trovate è particolarmente grande sono assolutamente consigliati anche distributori che non erogano solo bevande, ma anche snack o merendine.

Un’altra cosa su cui puntare è la qualità del prodotto erogato. Inutile desiderare di installare in ufficio un distributore per bevande se poi si utilizzano delle miscele o prodotti poco appetibili.

Oggi, tra aziende di varia dimensione, uffici, negozi e piccole attività commerciali, sono in molti ad avere intenzione di installare una di queste macchine, ma spesso la difficoltà principale sta nel prezzo di acquisto, particolarmente oneroso e che non tutti hanno interesse ad affrontare. Ecco perché il mercato, che sa recepire queste preoccupazioni con velocità, propone delle formule interessanti per non dover acquistare definitivamente l’articolo in questione. La più gettonata risulta essere quella della formula del noleggio e comodato d’uso, che non obbliga ad acquistare il prodotto consentendo un buon risparmio e garantendo anche tutta una serie di servizi correlati, come ad esempio la:

  • Consulenza per la scelta del distributore automatico
  • Installazione direttamente presso l’ufficio/punto vendita/negozio
  • Manutenzione in caso di guasti o malfunzionamenti
  • Ricarica concordata ad ogni esaurimento dei prodotti

In molti ci hanno segnalato esempi virtuosi in tal senso (come quello della ditta Eurocoffee di Piacenza, una realtà ben radicata sull’intero territorio emiliano e lombardo), che riescono a coniugare offerte di modelli di distributori molto validi ed interessanti con formule di noleggio di questo tipo. Per rendere completa l’offerta, ai distributori di bevande calde spesso viene affiancata anche la possibilità di selezionare anche miscele per caffè di alta qualità disponibili, in modo da garantire caffè, macchiati o cappuccini di aroma e gusto paragonabile a quello del bar sotto casa.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply