Tutti i modi per preparare il caffè

Il caffè è probabilmente uno dei riti che maggiormente accomuna gli italiani. Non è un semplice modo di fare colazione. Al mattino, d’altronde non si può rinunciare all’aroma e al sapore di questa deliziosa bevanda ricca di caffeina.

Vi sono infiniti tipi di caffè. Non solo esiste una grande varietà di modi per gustarlo (come per esempio schiumato, con panna e così via), bensì ci sono anche tantissime varietà di metodi di preparazione del caffè.

Moka o espresso?

I consumatori di caffè si dividono in due categorie: ci sono gli amanti dell’espresso e c’è invece chi preferisce la moka. Ovviamente il vero caffè è quello denso, profumato e cremoso, che possiamo gustare al bar. Per chi invece non può permettersi di recarsi ogni giorno in caffetteria, non può mancare una Moka, la quale, sebbene pare che da un po’ di anni le macchinette per cialde e capsule stiano prendendo il sopravvento, resta ancora il sistema più diffuso in Italia per preparare il caffè in casa.

Il caffè marocchino

Questa è una gustosissima variante del normale espresso, preparata aggiungendo cacao in polvere e crema di latte. Il Caffè Marocchino non ha nulla a che vedere con il Marocco, ma deriva il suo nome dal colore di un tipo di pelle usata negli anni 30’, uguale a quello creato dal mix dei suoi ingredienti.

Il decaffeinato

Negli ultimi anni il caffè decaffeinato viene consumato con più assiduità, specialmente da coloro che vogliono evitare l’azione della caffeina sul loro organismo. Secondo alcune persone la caffeina viene estratta dal caffè attraverso l’utilizzo di sostanze chimiche cancerogene ed è per questo che si pensa faccia male. In realtà non è così: infatti i modi per ottenere la decaffeinizzazione sono diversi  (come il sistema ad acqua o attraverso l’uso della CO2), e non vi è l’uso di nessuna sostanza.

Il caffè americano

Sembrerà strano, ma una delle versioni più richieste al bar è il caffè americano. Questo però non va affatto confuso con il caffè all’americana, che è diverso e che viene spesso considerata dagli italiani “acqua sporca”. Questa variante non è nient’altro che un espresso servito nella tazza da cappuccino con l’aggiunta di acqua calda.

Saremo felici di sapere che cosa ne pensi

Leave a reply