Tutte le ragioni per bere il caffè

Che si tratti di caffè all’americana, espresso, macchiato o corretto, il caffè è una bevanda diffusa praticamente in ogni angolo del mondo. Non si tratta solo di un’abitudine, o magari di un rito, da consumare appena svegli al mattino o dopo pranzo: è un piacere, ma anche un modo per prendersi cura del proprio corpo. Sono molti, infatti, i benefici garantiti dall’assunzione di questa bevanda. Una ricerca effettuata negli Stati Uniti presso la University of Scranton nel 2005, per esempio, ha messo in evidenza che il caffè presenta un contenuto molto elevato di anti-ossidanti, che – come noto – sono sostanze che contribuiscono a rallentare e a contrastare l’invecchiamento. Pare, inoltre, che gli anti-ossidanti del caffè vengano assorbiti in modo più semplice e più efficace rispetto a quelli che sono presenti, per esempio, negli ortaggi o nella frutta.

Perché il caffè fa bene

Un altro dei motivi per i quali è opportuno iniziare a bere il caffè, se ancora non si ha questa abitudine, consiste nella sua capacità di ridurre la sensazione di stress con cui si può avere a che fare, per ragioni personali o professionali: il suo profumo è più che sufficiente per garantire questo risultato. Uno studio eseguito da un team di ricercatori dell’Università Nazionale di Seul, in Corea del Sud, ha analizzato il cervello di topi stressati a causa della mancanza di sonno e ha scoperto che gli aromi del caffè sono in grado di alterare le proteine che sono alla base dello stress.

Anche il fegato risente in positivo degli effetti benefici del caffè, a maggior ragione nel caso in cui le funzionalità epatiche siano compromesse dall’abitudine a bere alcolici. Una ricerca effettuata su un campione molto numeroso di ben 125mila persone ha permesso di rilevare che chi è solito consumare almeno una tazzina al giorno si ammala di cirrosi epatica con una probabilità inferiore del 20% rispetto a chi non assume caffè. Come noto, la cirrosi epatica è la malattia che colpisce coloro che abusano di sostanze alcoliche.

Perfino i sintomi correlati al morbo di Parkinson possono essere limitati grazie a questo prodotto: la scoperta giunge da una ricerca che è stata eseguita nel 2012 dal dottor Ronald Postuma, secondo il quale la bevanda è in grado di aiutare chi soffre di tale patologia a tenere sotto controllo i propri movimenti.

Il caffè fa bene anche alla pelle

Pare che il caffè dimezzi la probabilità di soffrire di diabete di tipo 2 e che abbia un ruolo decisivo nel ridurre il rischio di ammalarsi di tumore alla pelle, almeno tra le donne: la ricerca che lo dimostra è stata condotta presso la Brigham and Women’s Hospital and Harvard Medical School, e ha preso in esame più di 110mila persone, sia uomini che donne, che sono state monitorate per ben 20 anni di seguito. Secondo il New York Post, invece, il caffè può migliorare le prestazioni degli atleti per merito della caffeina, che contribuisce a bruciare le riserve di grasso e si dimostra utile, quindi, soprattutto per chi si cimenta nel ciclismo, nelle maratone o in altre discipline, come il nuoto in acque libere, che presuppongono sforzi prolungati per molto tempo.

Sul web è più precisamente visitando il sito Italian-Coffee.biz è possibile comprare un vasto assortimento di capsule e cialde Lavazza, scegliendo tra numerose opzioni: da Lavazza A Modo Mio a Lavazza Espresso Point, passando per Lavazza Blue, c’è un ricco ventaglio di possibilità, anche per gli amanti del decaffeinato, così come coloro che preferiscono il caffè macchiato, quello al ginseng o quello all’orzo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply